.

Calendario degli spettacoli

.


I film d'amore


dedicato
ai più piccoli

Teatro, opera
 e musica
al castello

musica, jazz,
etnica
varie località

   COSTO BIGLIETTI:
Cinema 8.000 rid. 6.000
spettacoli danza 30.000 rid 25.000
spett.teatro comico 25.000 rid 20.000
danza 2 settembre 10.000 unico
riduzioni fino 14 oltre 60 anni

 

.

Domenica 1 luglio

 

Sweet november di P. O ‘Connor

"Cogli l’attimo" e goditi l’amore. È questa la lezione che Nelson Mass, un giovane completamente assorbito dal lavoro (a dai soldi) non ha mai capito. A fargli cambiare idea ci penserà una fanciulla che è il suo esatto opposto: piena di gioia di vita, animata da una inesauribile energia. Sara Deever intraprende ogni mese un "nuovo progetto" a cui dedicarsi anima e cuore. E ha deciso che a novembre si dedicherà a Nelson, dopo di che ognuno riprenderà la propria strada... Lui inizialmente non sembra molto convinto e coinvolto, almeno fino a che un giorno e in contemporanea perde fidanzata e lavoro. Allora deciderà di accettare la "sfida" di Sara, ma un mese passa in fretta... Il film, diretto dal regista di "Ballando a Lughnasa" è il remake di una pellicola realizzata nel 1969. (durata: 119’)

Martedì 3 luglio Chocolat di L. Hallstrom

Tratta dall’omonimo best-seller di Joanne Harris, una tipica produzione internazionale ben realizzata e meglio interpretata. Un film-fiaba che inneggia a valori condivisi e condivisibili (la libertà, la tolleranza, la ricerca della felicità) e che prende le mosse nel 1959 con l’arrivo, in un piccolo paesino francese tutto chiesa e castello, di Vianne, affascinante ragazza-madre sempre in viaggio con la giovane figlia Anouk. E nel piccolo centro la donna apre una cioccolateria che ben presto sconvolgerà la tranquilla esistenza del paese col sindaco del borgo, un nobile bigotto, che non esiterà a dichiararle guerra. Ma con l’appoggio di qualche amico Vianne alla fine riuscirà a farcela incontrando anche l’amore nel bel Roux, capo di una comunità di nomadi. E appunto dopo aver incontrato Roux, Vianne deciderà di mettere fine anche al suo lungo vagabondare... (durata: 121’)

Mercoledì 4 luglio Himalaya l’infanzia di un capo di E. Valli

Un grande film epico, pur nella semplicità della storia raccontata. Con inquadrature mozzafiato come oramai si vedono raramente al cinema. Realizzato da un cineasta francese che da quasi venti anni vive nel Dolpo, impervia regione al nord-ovest dell’Himalaya. Tutto interpretato quasi interamente da tibetani esordienti, il film racconta della testardaggine di un vecchio che, saputo della morte del figlio - futuro capo del villaggio - e sospettando della colpevolezza dell’ambizioso Karma, decide di guidare egli stesso l’annuale carovana di yak per il trasporto del sale. E proprio in competizione con Karma. Ad accompagnare Tinlè saranno gli altri vecchi del villaggio oltre al nipotino Passang. (durata: 104’)

Giovedì 5 luglio I fiumi di porpora di M. Kassovitz

Da uno dei romanzi di maggior successo di questi ultimi anni (un milione le copie vendute in tutta Europa) un film che forse non regge il paragone con la pagina scritta, ma che comunque rimane un buon esempio di thriller. Tutto prende le mosse quando sui ghiacciai che circondano Guernon, piccola cittadina universitaria sulle Alpi francesi, viene ritrovato il corpo mutilato di un bibliotecario. Si tratta del primo di una serie di omicidi che vedranno coinvolte persone tutte più o meno legate all’ateneo. E delle indagini viene incaricato il commissario Niémans, vecchio arnese della Brigata Criminale. A duecento chilometri da Guernon un altro poliziotto Max Kerké, giovane ufficiale della polizia Nazionale, indaga sulla profanazione di una tomba e sulla scomparsa di documenti e fotografie di una bambina. Naturalmente le piste dei due detective, molto diversi tra loro, sono destinate ad incrociarsi. drammaticamente. (durata: 105’)

Venerdì 6 luglio I cento passi di M.T. Giordana

Uno dei più bei film italiani dell’anno. Ovvero la vita e morte di Giuseppe Impastato detto Peppino che, a Cinisi, Palermo, vive la sua storia di militante comunista. La famiglia, il rapporto travagliato col padre colluso in qualche modo con la mafia, l’ostentata lotta, anche dalle onde di Radio Aut, contro i boss e contro quella che lui chiama mafiopoli. Eppoi, lo stesso giorno in cui a Roma viene trovato il cadavere di Aldo Moro, Peppino viene trovato ucciso, dilaniato dal tritolo sui binari della ferrovia. Si parla subito di suicidio o di un attentato finito male, ma dopo vent’anni Gaetano Badalamenti, che abitava a soli cento passi dalla casa degli Impastato, viene accusato di essere il mandante dell’omicidio del ragazzo. (durata: 114’)

Domenica 8 luglio

 

Autumn in New York di J. Chen

Sorta di "Love story" di fine-inizio Millennio, in un film che punta tutto, o quasi, sul carisma dei due protagonisti principali con Gere che veste i panni di un ristoratore-play boy impenitente che un giorno incrocia una figlia di papà. Lei perde la testa nonostante lui abbia già avuto una storia con sua madre. Quando poi gli svela di essere affetta da un male incurabile, lui prima medita a grande fuga ma poi... (durata: 106)

Martedì 10 luglio Fratello dove sei di J. Coen

Mississippi Anni Trenta. Ulysses Everett McGill, furbo opportunista e bugiardo, fugge dai lavori forzati trascinandosi dietro Pete, che ha sempre qualcosa da ridire, e Delmat, un dolce idiota che si fida ciecamente degli altri due, I tre devono recuperare un tesoro prima che l’acqua di un bacino idroelettrico in costruzione lo sommerga per sempre. Il tutto in una piacevolissima e riuscita avventura picaresca. Un film che visita i luoghi e i tempietti della mitologia letteraria della grande depressione: il blues, i campi di mais, il KKK, le inondazioni, il caldo afoso, ecc. E proprio grazie alla musica inizierà la nuova vita di McGill e dei suoi due soci. (durata: 102’)

Mercoledì 11 luglio La lingua del santo di C. Mazzacurati

Una commedia agrodolce, in perfetto equilibrio fra toni leggeri e sottoiineature drammatiche. Per di più interpretata da due attori sensibili ed affiatati. Antonio e Willy sono amici e hanno in comune la condizione di sconfitti e di ladruncoli di piccolo cabotaggio: uno è un ex-giocatore di rugby, l’altro ha perso il lavoro e la moglie. Ed entrambi passano le giornate al bar Antille, il più scalcinato ed economico di Padova e come tutti vivono nella speranza del.., grande colpo. Ma al solito il destino decide diversamente con il "bottino", una reliquia di S.Antonio da Padova, che si rivela ingombrante, in tutti i sensi. (durata: 129’)

Venerdì 13 luglio e

Sabato 14 luglio

Chiedimi se sono felice

di Aldo, Giovanni, Giacomo e M. Venier

È il film che ha sbancato il box-office italiano totalizzando l’incasso di oltre 75 miliardi di lire. Terzo film della "premiata ditta" formata da Aldo, Giovanni e Giacomo (con l’inseparabile Marina Massironi), "Chiedimi se sono felice" conta naturalmente sulla verve dei tre attori che ancora una volta si confermano affiatatissimi in una straordinaria comicità mai volgare o irritante ma fisica e semplice. Questa volta son tre amici, tre attori falliti, che sbarcano il lunario come possono. Aldo fa la comparsa alla Scala, Giovanni il mimo in un supermercato, mentre Giacomo doppia quelli che tossiscono nei film. Il loro sogno è quello di mettere in scena il Cyrano ma finiscono con il litigare a causa di una donna, di cui si innamorano tutti e tre. Faranno pace grazie ad un espediente e riusciranno anche a realizzare il loro sogno, realizzare Cyrano in un teatro vero, grazie ad un colpo di scena reso in maniera veramente emozionante. (durata: 105’)

Domenica 15 luglio

 

What women want di N. Meyers (Quello che le donne vogliono)

Riuscitissimo esordio in un ruolo brillante per Mel Gibson che, sulle orme delle commedie degli anni trenta e quaranta (quelle di Lubitsch, Capra e Wilder) interpreta il ruolo di Nick Marshall, il più maschilista fra i pubblicitari di successo di tutta Chicago. Superato in carriera da Darcy Maguire (perché incapace di pensare a campagne per il pubblico femminile) Nick, dopo essere stato colpito e quasi ucciso da una potente scarica elettrica, comincia a sentire i "pensieri" anche intimi, dell’altra metà del cielo. Con devastanti conseguenze... (durata: 126’)

Martedì 17 luglio

 

Ensemble Flamenco - Marcando el Tiempo

Com’è ormai tradizione, il cartellone di spettacoli al Castello porta in scena la grande danza popolare. Si comincia con la compagnia de musica, canto y danza flamenca Ensemble Flamenco in "Marcando el tiempo". Una danza veemente, catartica ed elegante al contempo, è quella che propone questo ensemble formato da celebri solisti. Danza di gioia, di lotta, di sfida e di seduzione che punta su una pregnante espressività corporea e una tecnica avanzatissima

 

Mercoledì 18 luglio Dancer in the dark di L. Von Trier

Palma d’Oro a Cannes 2000 dove Bjork ha vinto con pieno merito anche il premio come "miglior attrice". Il film, ambientato nell’America rurale degli Anni Sessanta, segue la tribolata esistenza di una ragazza cecoslovacca che assieme al figlio ha attraversato l’oceano in cerca di fortuna. Fanatica del musical, cantante e ballerina per diletto, Selma, a causa di una malattia ereditaria, sta perdendo la vista. Ma è al figlio che la donna pensa, che dovrà subire un intervento chirurgico per guarire della stessa malattia che ha colpito lei. Ma il cupo poliziotto Bili le ruba i soldi per l’intervento e Selma, dopo averlo affrontato, finisce con l’ucciderlo. L’aspetta il tribunale e la condanna alla forca... (durata: 137’)

Giovedì 19 luglio Bread and Roses di K. Loach

Ken il Rosso alla scoperta dell’America, non certo di Hollywood però. Resuscitando un’espressione di Rosa Luxemburg, poi diventato lo slogan di una protesta operaia di inizio Novecento nonchè uno dei leit-motiv del Sessantotto, il regista di "My name is Joe", affronta in maniera diretta e documentata il problema dello sfruttamento degli immigrati clandestini latino-americani per conquistare maggiore dignità. (durata: 112’)

Venerdì 20 luglio Il mestiere delle armi di E. Olmi

Altro film italiano assolutamente da non perdere con Olmi che "firma" da par suo l’ultima settimana di vita del ventottenne Joanni de’ Medici, detto Giovanni dalle Bande Nere, famoso cavaliere del Tardo Medioevo. Un’epoca in cui la civiltà della guerra, un tempo nobile arte, sta esaurendo le sue energie mentre all’orizzonte si affaccia il Rinascimento. E di questa civiltà delle armi Joanni è uno degli ultimi rappresentanti. La sua spada è il prolungamento del braccio, combatte per vincere, è temuto dai potenti e ambito dalle donne. Tutto il mondo gli gira intorno. Finchè non lo coglie la morte, a tradimento. Joanni è la giovane, e a suo modo innocente vittima della realtà che cambia. Ucciso praticamente alle spalle, colpito da una "bocca di fuoco". Muore l’ultimo dì del novembre del 1526 col nemico che non è più di fronte, è dappertutto, anche lontano... (durata: 95’)

Sabato 21 luglio Billy Eliot di S. Daldry

Sicuramente una delle più belle sorprese della stagione cinematografica. Una pellicola che è piaciuta un po’ ovunque e che, ambientata nell’inghilterra del 1984, in piena era Thatcher e durante i duri scontri tra proletariato e governo, racconta la bella fiaba di Billy, orfano di madre, che decide di rinunciare ai guantoni da boxe (tradizione "virile" di una famiglia composta da una nonna oramai "svampita" e da un padre e un fratello maggiore entrambi minatori) per le scarpette da ballo... Con la sua determinazione e un inaspettato talento, Billy prima conquisterà la fiducia dell’insegnante della locale scuola di ballo e poi, dopo mille vicissitudini (e grazie anche alla "conversione" del papà) riuscirà a partecipare ad un’audizione nel tempio della danza a Londra. Finale naturalmente... di grande commozione. (durata: 100’)

Domenica 22 luglio

 

Le fate ignoranti di F. Ozpetek

Terzo riuscitissimo film dell’autore de "Il bagno turco" e "Harem Suaré" e grande successo anche al botteghino. Dopo 15 anni di un matrimonio apparentemente sereno, Antonia perde il marito in un incidente stradale. Nel difficile periodo che segue scopre casualmente che Massimo, suo marito, aveva una relazione con un uomo, Michele, centro di un mondo a lei del tutto celato e che ora decide di conoscere. Prima lo farà per rabbia, poi per ricomporre il ritratto del marito scomparso, infine perchè intrigata da Michele e soprattutto dall’aria serena che si respira nella sua casa, sempre aperta e frequentata dalla più varia umanità. (durata: 106’)

Lunedi 23 luglio

 

Natalino Balasso  - Recital

Recitai è una miscela esplosiva di personaggi, tra cui spicca l’ormai celeberrimo attore porno dello Zelig. E poi il professore, il santone Salabar, della setta dei flagellati del Bancomat dell’ultimo minuto e Cristoforo Colombo che legge brani del proprio diario, I protagonisti dello spettacolo sono davvero molti, moltissimi se si conta anche il pubblico, e ancora più numerosi sono i temi trattati, qualche esempio! La protesta contro il doppiaggio del cinema porno, l’ultimo grido del modem, la crisi d’identità dell’ornitorinco

 

Martedì 24 luglio L’uomo senza ombra di P. Verhoeven

Dall’omonimo, e già più volte trasposto al cinema, racconto di Wells, un godibile fanta-horror dagli spaventosi e splendidi effetti speciali. Notissima la storia che narra di uno scienziato che, dopo aver scoperto la "pozione" per diventare invisibili, per non farsi soffiare dal governo l’incredibile invenzione, non esita ad iniettarsi il siero. Ma la trasformazione lo rende ancora più egocentrico ed insopportabile, mentre dietro all’angolo c’è già il suo primo omicidio... (durata: 95’)

Mercoledì 25 luglio Criminali da strapazzo di W. Allen

Lasciando da parte psicanalisi e Bergman, Allen ritrova il guizzo giusto per confezionare una strampalatissima e divertente commedia . Come nel film che lo fece conoscere ("Prendi i soldi e scappa", 1969) Allen interpreta un criminale di mezza tacca, tale Ray Winkler, che si crede un genio ma che ben presto scopre che il soprannome affibbiatogli, ovvero "il cervello", era solo una presa in giro. Uscito di galera Ray decide di organizzare un colpo a suo dire infallibile. Così affitta un negozio vicino ad una banca e convince la moglie a "coprirlo" avviando una vendita di biscotti mentre con una assortita banda di complici inizia a scavare un tunnel per raggiungere il caveau. Ma mentre sottoterra Ray e i suoi ne combinano di tutti i colori, in superficie la vendita di biscotti procede a gonfie vele... (durata: 94’)

Venerdì 27 luglio La tigre e il dragone di A. Lee

Rileggendo un genere popolarissimo in Cina (il romanzo da cui è tratto il film è da decenni uno dei best-seller di quelle zone) Ang Lee, trasforma una favola nella metafora dell’innocenza perduta. La giovane Jen, figlia di un alto funzionario imperiale, è promessa in sposa ad un nobile. Ma Jean è innamorata del predone Lo di cui non è solo l’amante. Da lui ha imparato di nascosto le arti marziali più micidiali ed è discepola di Volpe di Giada, una famigerata criminale per la quale ruba una preziosissima spada. Un eroico asceta intuisce il valore della ragazza e vorrebbe farle da maestro anche per riportarla sulla retta via, potendo contare anche sull’aiuto di una spadaccina di cui è da anni segretamente innamorato. Ma nessuno riuscirà a soddisfare i propri desideri... (durata: 119’)

Sabato 28 luglio Cast Away di R. Zemeckis

Con almeno una scena da antologia, quella del disastro aereo, uno dei grandi film di successo dell’ultima stagione. Un film che racconta i quattro anni da Robinson Crusoe di un ingegnere, dirigente di un’azienda privata di recapiti postali, unico superstite di un disastro aereo. Approdato miracolosamente su un’isola in mezzo al Pacifico può solo dialogare con un pallone da volley - che lui chiama Wilson- e nutrirsi di cocco e di granchi, imparando a guardare il mondo da un’altra prospettiva. Poi un giorno decide di sfidare l’oceano per tentare di ritornare a casa dalla sua famiglia, ma lì le cose non sono più quelle di un tempo... (durata: 143’)

Domenica 29 luglio

 

L’ultimo bacio di G. Muccino

Terzo riuscitissimo film di un regista segnalatosi già con il notevole "Come te nessuno mai". E dopo aver raccontato gli adolescenti ansiosi di crescere, questa volta Muccino fotografa la generazione dei trentenni, spesso affetti dalla "sindrome di Peter Pan"e alle prese con la prima bruciante verifica esistenziale dei doveri e dei piaceri: inseguire i propri desideri di giovinezza prolungata (il viaggio-fuga, nuovi amori) o accettare le nuove responsabilità adulte: il matrimonio, la paternità, il lavoro non gratificante... Di controcanto c’è la storia di una cinquantenne (una Sandrelli da Oscar), improvvisamente conscia del "poco tempo che resta" e tragicamente dilaniata dalla crisi matrimoniale. La precarietà dei sentimenti e della felicità è raccontata con mano a dir poco felice in una storia tanto semplice da seguire quanto splendidamente costruita. (durata: 115’)

Martedì 31 luglio Il nemico alle porte di J.J. Annaud

Tratto da un romanzo di William Craig, l’ultima pellicola del regista de "li nome della rosa" (ma anche di "Sette anni in libet", "L’orso", ecc.) racconta la storia di un eroe nazionale russo realmente esistito. Quel Vassili Zaitsev che, contadino degli Urali dalla mira infallibile, fu innalzato a formidabile strumento della propaganda sovietica durante la Seconda Guerra Mondiale. Durante la epica battaglia di Stalingrado Vassili si innamora di Tania, coraggiosa soldatessa russa, mentre la sua fama di cecchino infallibile lo spingerà ad un confronto con il miglior tiratore scelto tedesco, il maggiore Konig. Il tutto mentre attorno a loro le armate tedesche e sovietiche si confrontano in una delle battaglie più cruente della storia... (durata: 131’)

Giovedi 2 agosto

 

Nueva Compania Tangueros  -  I Fiori del Tango

La Nuova Compania Tangueros propone una selezione delle sue migliori coreografie, accompagnate dalle nuovissime musiche del Sexteto Canyengue che accompagna i danzatori in un tango sobrio, elegante, bellissimo. Si potranno vedere quindi una suite dal primo balletto di tango della storia, il tango romantico dell’epoca d’oro, le nuove strepitose rnilonghe di Canyengue, la Buenos Aires Underground degli anni BO, i pas de deux di Tango, l’arte dell’abbraccio, l’energia

Venerdì 3 agosto e Sabato 4 agosto Pearl Harbor  di M. Bay

Il film forse più costoso della storia del cinema: 145 milioni di dollari. Imponenti ricostruzioni d’epoca, migliaia di comparse, un trionfo di effetti speciali, l’appoggio totale della Marina Americana per raccontare sì dell’attacco giapponese che il 7 dicembre del 1941 segnò l’entrata in guerra degli americani, ma anche, e soprattutto, per raccontare una grande storia d’amore. Quella di due audaci e giovani piloti, innamorati della stessa donna. (durata: 175’)

Domenica 5 agosto

 

Le verità nascoste di R. Zenieckis

New England. I coniugi Norman e Claire Spencer restano soli nella loro bella villa sul lago dopo che la loro unica figlia è partita per il college. E Claire inizia a sentire qualcosa di strano: prima sospetta che i nuovi vicini della villa accanto nascondano qualcosa di losco e li spia in segreto, poi comincia a percepire l’immagine spettrale di una ragazza che si aggira per la casa. Ma la sua è solo una paranoia, o quel fantasma cela qualcosa di più inquietante e inconfessabile nel rapporto tra i due coniugi? Il tutto in un thriller hitchcockiano ed intelligente. (durata: 129’)

Lunedì 6 agosto Concorrenza sleale di E. Scola

In una strada di Roma, ai tempi del fascismo, l’elegante sartoria di Umberto e l’attigua merceria di Leone che vende abiti confezionati, si fanno una reciproca "concorrenza sleale". I figli maggiori dei due rivali invece sono innamorati tra loro mentre i più giovani sono ottimi compagni di scuola e di giochi. Ma è all’indomani della promulgazione delle leggi razziali che Umberto, assistendo alle infami ingiustizie perpretate ai danni del suo... concorrente (Leone difatti è ebreo) comincerà a nutrire nei suoi confronti sentimenti di vera amicizia e solidarietà. Il tutto in un film dove il regista riprende a raccontare la storia attraverso i suoi riflessi sulle piccole storie di vita quotidiana. (durata: 118’)

Mercoledi 8 agosto

 

Romeo e Giulietta di E.Prokofiev  -  Balletto del Teatro di Perm

Sempre ai Castello di Borneo un’altra importante compagnia erede della grande tradizione ballettistica russa, il Balletto di Perm in "Romeo e Giulietta" di Prokofiev con il quale, nello splendido scenario del medievale castello, si riprende la tradizione del progetto dedicato ai due celebri amanti, che la tradizione vuole essere originari proprio di quei luoghi. Accade così che, quasi per magia, la grande danza riporta in vita una storia eterna che appartiene a tutti noi

Giovedì 9 agosto La Mummia, il ritorno di S.Sommers

Il bis di uno dei grandi successi del 1999. Un film che, tra effetti speciali e attori che corrono come... Ridolini, riporta in pista la mummia del sacerdote Imhotep che nel 1935, dieci anni dopo il primo episodio, assieme alla fidanzata Anck Su Namun si risveglia a Londra, dentro il British Museum. L’idea della coppia sarebbe ora quella di rapire e uccidere Alex, il figlio nel frattempo nato dalla bella archeologa EveIyn Carnhan e dall’avventuriero Rick O’Connell, per sacrificarlo alla dea Iside. Ma a complicare il loro progetto c’è il fatto che dal passato riemerge anche Re Scorpione, terribile uomo-animale che, alla testa di un’armata mostruosa vuole cancellare l’intera umanità. E curiosamente l’unico che può fermarlo è proprio Imothep... (durata: 124’)

Venerdi 10 agosto

P.zza Municipio
Montecchio M.
ore21,00

Nega Rosa  -  Brasilian Jazz - Bossanova

Rosa Emilia arriva in Italia con una grande esperienza ed un LP, "Ultraleve", realizzato con i migliori artisti ed arrangiatori brasiliani. Nata a Bahia, Rosa porta in sè il ritmo africano, allegro e nostalgico, soft e comunicativo. In Italia da dieci anni, Rosa impara a conoscere questa nuova realtà collaborando con musicisti italiani e brasiliani, anche come autrice. Tra gli altri ha lavorato con Fabrizio De Andrè in "Anime Salve", mentre recentemente ha collaborato con i veneziani "Pitura Freska".

Sabato 11 agosto

 

 

Dinosauri di Zondag e Leighton

Un’altra autentica magia nel mondo, ritornato effervescente, dei lungometraggi di animazione. Il realismo del digitale crea dinosauri a dir poco credibili e scenografie straordinarie. Poco importa che la storia non sia propriamente all’altezza della.., tecnica. "Dinosauri" è comunque un film da vedere anche perchè cancella definitivamente la barriera fra animazione "infantile" e fiction "adulta". Teoricamente coraggioso, non ci sono canzoncine o caratteri comici e nessuna morale consolatoria, il film racconta la storia del giovane iguanodonte Aladar che, dopo essere stato allevato da un gruppo di primati, parte assieme a loro verso una terra promessa. (durata:75')

Domenica 12 agosto

 

La stanza del figlio di N. Moretti

Il film che, anche grazie al Premio al recentissimo Festival di Cannes, ha suggellato l’ottima stagione del cinema di casa nostra. A tre anni da "Aprile", Moretti ritrova forza narrativa affrontando, con un film che abbina nuda sincerità e pudore morale, il tema atroce, estremo e rimosso della morte. Uno psicanalista vive una esistenza serena ad Ancona, assieme alla moglie e ai due figli. Ma tutto crolla quando il figlio maschio perde la vita durante un’immersione in mare. Il padre abbandona la professione e per tutti si apre un percorso doloroso.Un grande film da non perdere. (durata: 99’)

Martedì 14 agosto Liam di S. Frears

Prodotto dalla Bbc e diretto, sulla scorta dell’omonimo romanzo di Jimmy McGovern, dal più letterario dei registi inglesi, un film agro-dolce e pungente. Protagonista della storia è un ragazzino a metà strada tra un eroe ritagliato dalle pagine di Dickens e un monello uscito da un film di Truffaut. Un bambino che, senza rinunciare alla sua innocenza, osserva l’inesorabile sgretolarsi della sua famiglia sotto i colpi della recessione economica. Siamo nell’Inghilterra degli anni trenta e Liam, bambino di sette anni, cresce in una comunità irlandese e rigidamente cattolica installatasi vicino a Liverpool. Ma nella sua vita, e nella vita della sua famiglia, sta per irrompere la Storia. Con la crisi economica che fa da detonatore anche alla nascita del fascismo in Inghilterra, fascismo che se la prese con gli ebrei e gli irlandesi. (durata: 87’)

Mercoledì 15 agosto

 

La carica dei 102 di K. Lima

Dopo la rieducazione... carceraria, Crudelia DeMon in carne e ossa ritorna in pista e sembra buonissima. Rieducata dal professor Pavlov all’amore per i cani sembra aver accantonato l’idea di fare macelli con i dalmata. Ma ad un tocco del Big Ben Crudelia rinsavisce, ricomincia a rubare cani e la sarabanda ricomincia, tra gag comiche e più di una novità. Come quella di un dalmata bianco che soffre del complesso del brutto anatroccolo, o la presenza di un rozzo pellicciaio parigino. Il tutto in un esempio classico di "film per famiglie". Un sequel che diverte soprattutto grazie all’estro di Gleen Close e, per quanto ci riguarda, per la debordante simpatia di Paolantoni che doppia, a dir poco brillantemente, un logorroico pappagallo partenopeo. (durata: 100’)

Giovedi 16 agosto

P.zza S.Paolo
Alte Ceccato
ore 21,00

AWALE'   -   Afro Beat

Gli Awalè nascono nel 1995, e presentano un repertorio di brani originali con ritmi influenzati dai cori del "Sound" dei loro paesi d’origine ,dal makossa all’afro beat, dallo zouk al ragamuffin, dall’afroreggae al rap. L’incontro dei tre musicisti di diverse nazionalità si rivela da subito un ottimo laboratorio per la sperimentazione delle idee musicali di ognuno, I testi delle canzoni sono poesia e storie di vita quotidiana e, in parte, trattano argomenti d’interesse sociale.

Venerdì 17 agosto Il patriota di R. Emmerich

Braveheart alla guerra di indipendenza americana. Dopo aver vestito i panni del.., rivoluzionario, Gibson interpreta ora un film che, retorica a parte, è un avvincente spettacolo. Nel 1176 l’ex-soldato e vedovo Ben Martin vive in una fattoria del Sud Carolina prendendosi cura della sua numerosa famiglia. Ma all’orizzonte si profila minacciosa la guerra contro l’Inghilterra, per l’indipendenza dell’America. E malgrado il volere paterno il figlio Gabriel parte volontario. Ma quando i Dragoni inglesi bruceranno la sua casa e uccideranno uno dei suoi figli, anche Martin scenderà in campo... (durata: 158’)

Sabato 18 agosto

 

Le follie dell’imperatore di M. Dindai

Un piccolo gioiellino di "casa Disney". Un film pensato addirittura sin dal 1994 mescolando spunti da "L’asino d’oro" di Apuleio alla fiaba "I vestiti nuovi dell’imperatore" di Andersen. Una pellicola che doveva avere cadenze drammatiche e che invece è stata felicemente tramutata in una commedia giovanilistica piena di colori e musica, con ben sei canzoni di Sting. Il tutto per raccontare di Kuzko, un giovane imperatore peruviano, viziatissimo ed egoista che, alla vigilia del suo l8simo compleanno, si ritrova tramutato in lama a causa di un filtro magico propinatogli da una consigliera di palazzo che vuole prendere il suo posto a corte. Grazie a Pacha, un contadino dal cuore d’oro, Kuzko imparerà sulla sua pelle che l’altruismo è il segreto della vera felicità. (durata:158')

Domenica 19 agosto

 

Malena di G. Tornatore

Prima produzione in lingua non inglese della celeberrima Miramax, la pellicola è basata su un soggetto autobiografico che Luciano Vincenzoni scrisse nel 1955, uno script già proposto a Pontecorvo e a Germi e che si sarebbe dovuto ambientare nel Veneto. Ottavo lungometraggio del regista di "Nuovo Cinema Paradiso" il film racconta dell’amore impossibile di un ragazzino per una splendida donna sullo sfondo di una Sicilia viscerale e ricca di contrasti. La storia attraversa tutta la Seconda Guerra Mondiale, dalla dichiarazione di guerra all’arrivo degli americani, quando contro Malena, la donna più desiderata dagli uomini e più odiata dalle donne del paese, si scatenano le pulsioni peggiori. (durata: 115’)

Martedì 21 agosto I cavalieri che fecero l’impresa di P. Avati

Siamo nel 1271, le spoglie del Re francese Luigi IX detto Il Santo, morto sotto le mura di Tunisi durante la Settima Crociata, stanno attraversando l’Italia nel mesto viaggio verso la Francia. Ma in una località dell’Appennino tosco-emiliano il corteo funebre viene bloccato dai signorotti del luogo. Ed è in questa occasione che si incontrano cinque cavalieri che scoprono di essere tutti a conoscenza dello stesso straordinario segreto: il luogo dove alcuni traditori hanno nascosto la sacra sindone. Si tratta di Tebe, in Grecia. E i cinque decidono di andare a recuperare il prezioso sudario. Sarà l’inizio di un’avventura che proporrà loro prove imprevedibili. (durata: 141’)

Mercoledì 22 agosto Unbreakable - Il predestinato di Night Shyamalan

Il nuovo film del regista de "Il sesto senso" ripropone, sempre con l’interpretazione di Bruce WilIis, un’altra storia che sconfina nel paranormale. Tutto inizia quando David Dunn si scopre unico superstite di un disastro ferroviario costato la vita a 118 persone. Lo sconcertante episodio induce l’uomo a porsi delle domande. A spingerlo verso questa "ricerca" è Elijah Price, antiquario di fumetti dalle ossa estremamente fragili. L’uomo gli espone la sua personale teoria sull’invulnerabilità di alcuni individui... (durata: 116’)

Giovedì 23 agosto Scary movie di K. Ivory Wayans

Sicuramente uno dei film più irriverenti e sboccati della stagione cinematografica, un film che ha letteralmente ‘steso" i teen-agers, non solo americani. Realizzata dai fratelli Wayans è una scatenata commedia che si fa beffe del genere horror e degli stereotipi classici della cosiddetta ‘X generation. Si tratta insomma di un tipico esempio di cosiddetto film demenziale, una pellicola che non risparmia nulla e nessuno e che prende le mosse quando, un gruppo di teen-ager un po’ deviati, si mette in testa di scoprire chi è stato a uccidere una loro compagna di classe. Il tutto in un film che non si risparmia assolutamente per quanto riguarda le citazioni da famosi thriller e film di fantascienza: da "Matrix" al "Sesto senso" a quel "Scream" che fornisce l’impianto narrativo a queste avventure di Cindy Campbell e dei suoi insignificanti amici. (durata: 95’)

Venerdi 24 agosto

P.zza Fraccon
Alte Ceccato
ore 21,00

LUCA DONINI 4TET  -  Funky Jazz

Il gruppo, formatosi nel 1997, è composto da quattro musicisti professionisti. Unisce le diverse esperienze musicali dei singoli componenti realizzando un progetto etereogeneo ed originale. Ha collaborato con alcuni tra i più rappresentativi artisti del panorama musicale italiano ed estero, partecipando a tournèe in Italia ed in Europa, con un sound molto particolare, miscela di blues, soul, jazz, tango e rock progressive. Una mescolanza di generi innovativa ed allettante.

Sabato 25 agosto

 

Shrek di A. Adamson, V. Jenson

Una nuova incredibile "magia" dell’animazione mondiale; un film non a caso inserito nella "selezione ufficiale" di Cannes 2001, quasi trent’anni dopo il celeberrimo "Il pianeta selvaggio" di Laloux-Topor. Ispirato a un libro per bambini il film è una commedia in cui un orco dall’aspetto sgradevole è costretto a tentare di salvare dalle fauci di un drago una bella principessa. E deve farlo perchè solo così potrà ritornare ad essere il solo inquilino della sua adorata pozza di fango, dopo che tutti i personaggi del mondo delle fiabe (da Pinocchio ai Sette Nani al Lupo Cattivo) gli sono piombati in casa dopo essere stati sfrattati dal regno della fantasia dal perfido Lord Fanquaad. Ad accompagnare Schrek è Ciuchino, asino rompiscatole. Da non perdere assolutamente, nè dai grandi nè dai piccini. (durata: 124’)

Domenica 26 agosto

 

Piccola Orchestra Avion Travel in Concerto

Arriva nello splendido scenario del Castello di Rorneo la musica elegante e raffinata della Piccola Orchestra Avion Travel, che ha scelto Montecchio per una delle poche date italiane della loro ultima tournèe. In vent’anni di attività questo gruppo si è segnalato sempre per il rigore e la coerenza mantenuta, anche di fronte al successo sanremese. Il loro ultimo CD "Storia d’amore" è un omaggio alla canzone italiana e, più in generale, alla grande melodia degli anni sessanta.

Martedì 28 agosto Quasi famosi di C. Crowe

Vincitore dell’Oscar 2001 per la "miglior sceneggiatura originale" una storia che ricalca la vicenda del regista che a 16 anni fu assunto dalla prestigiosa rivista musicale "Rolling Stone". E quello che nel film accade a William, un goffo adolescente che nel 1973 viene spedito a seguire la tournée degli Stillwater, emergente gruppo musicale capitanato dal chitarrista Russel Hammond. Nonostante le obiezioni della madre, che pensa che lo vogliano rapire, William parte e con l’aiuto di una deliziosa "groupie", fan della rock band, riesce ad inserirsi nel gruppo. E in poche settimane, su è giù per gli States, William imparerà molte cose sulla vita. Da urlo la colonna sonora... (durata: 122’)

Mercoledì 29 agosto Traffic di S. Soderbergh

Sicuramente uno dei più bei film della stagione, un film d’autore con cast stellare e dimensioni da kolossal, non a caso premiato con 4 Oscar. Un film articolato su storie diverse ma parallele e che hanno a che fare col mondo della droga. Ci sono due poliziotti che scoprono, dietro la lotta del generale Salazar, capo dell’antidroga messicana, scatenata contro un "cartello", un rapporto di connivenza con un "cartello" avversario. C’è poi un giudice deII’Ohaio, consigliere personale del presidente, che scopre di avere una figlia tossicodipendente mentre una giovane e ricca borghese di San Diego si vede arrestare il marito con l’accusa per traffico internazionale di droga. E tutti e tre dovranno rivedere la loro posizione e la loro vita. (durata: 147’)

Giovedì 30 agosto L’erba di Grace di N. Cole

Una delle più belle sorprese dell’annata. La simpatica, intelligente e divertente commedia, racconta la storia di Grace che, quando il marito passa a miglior vita, si riscopre improvvisamente al verde: i debiti del coniuge la sommergono, la bella casa dove abita e dove coltiva straordinarie orchidee è in pericolo e, al funerale, spunta persino un’amante del marito. Ma la casalinga dal "pollice verde" non si arrende e, con la complicità di un paio di giovani del posto, decide di mettere a frutto le sue capacità giardiniere. Invece che fiori coltiverà piante di marijuana, che poi venderà agli spacciatori di Londra. E l’inizio di una serie di incredibili, quanto divertenti avventure... (durata: 92’)

Venerdì 31 agosto Ti presento i miei di J.Roach

Una pellicola brillante giocata tutta sul contrasto tra un futuro-suocero a dir poco burbero e un imbranatissimo quasi-genero. Un gioco che riesce benissimo grazie all’affiatamento tra De Niro e Stiller. Il tutto per una commedia che negli States ha incontrato un grande successo e che è l’adattamento di un omonimo film indipendente girato a Chicago nel 1992 da Greg Glienna. Il film segue l’incredibile "esame" a cui viene sottoposto un giovane infermiere, Greg Focker, quando questi si reca a Oyster Bay, una cittadina benestante, per conoscere i futuri suoceri. E l’incontro tra il newyorchese, tipico prodotto della piccola borghesia ebrea, e la benestante e wasp famiglia della fidanzata si mette male sin dall’inizio visto che il poveretto finisce nelle grinfie del futuro suocero, un bizzarro fioraio in pensione che ha l’abitudine di sottoporre ad un test tutti i pretendenti della figlia. E inizia la sarabanda di gustosissime e amare gag... (durata: 107’)

Sabato 1 settembre

 

Galline in fuga di P.Lord

Ancora un film d’animazione davvero da non perdere. Si tratta del primo Iungometraggio realizzato, in collaborazione con la Dream work di Spielberg, dal duo cui si deve la bellissima serie di "Wallace e Gromit", due volte premiata con l’Oscar. Nella fattoria dei signori Tweedy un manipolo di galline capitanate dall’astuta Ginger organizza fantasiosi quanto fallimentari piani di fuga. Ma ora la situazione si è fatta tragica visto che i due "umani" hanno deciso di trasformare tutte le galline ovaiole in patè. E mentre il tempo stringe e la fine si avvicina nel recinto atterra Rocky, un gallo volante... (durata: 85’)

Domenica 2 settembre

 

Thierry Parmentier - Compagnia Lucy Briaschi Gruppo Etra

‘Gemma" è un feIice Incontro coreografico tra tre diverse formazioni di danza legate da una comunità di intenti, quella di indagare, attraverso il movimento, la dimensione spirituale dell’essere umano. Si passa così da "Frammenti" di Thierry Parmentier, che si interroga sull’identità dell’individuo "Assenzio" della Compagnia Lucy Briaschi, che disegna un uomo diviso tra divino e materiale. Per concludere con il gruppo Etra ed i suoi "Angeli" sospesi fra cielo e terra.

  

Prenotazioni e prevendita dei biglietti presso:   Ufficio Cultura del Comune di Montecchio
tel. 0444-705737  -  fax 0444-694888 - dal lunedì al venerdì: ore 8/13  -  Biglietteria al Castello aperta dalle ore 20, tel. 0444-492259
I biglietti prenotati vanno ritirati un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

 

CINEMA

Orario d’inizio: luglio ore 21,30 - agosto ore 21
I biglietti sono in vendita all’ingresso del cinema, da un’ora prima della proiezione

L’abbonamento può essere acquistato in prevendita alla Biglietteria del Castello
o all’Ufficio Cultura del Comune di Monteccbio. Per 10 film £. 60.000.

--  In caso di maltempo  --
i film in programma al Castello di Romeo verranno proiettati a Cinema Patronato S.Antonio.

 

La Direzione si riserva il diritto di apportare al programma i cambiamenti che si rendessero necessari da esigenze tecniche o da cause di forza maggiore.
Operaestate Festival al Castello è realizzata dall’Assessorato alla Cultura e dal Gruppo organizzativo del Comune di Montecchio in collaborazione con: Pro Loco Alte Monteccbio - Circolo A.N.S.P.I. - Gruppo Soccorritori - Comitato Volontari Protezione Civile