ville venete
breve itinerario tra le pił vicine e  rappresentative

VILLA CORDELLINA LOMBARDI

Fu realizzata da Giorgio Massari all'incirca nel 1735 per Carlo Cordellina, uomo di legge veneziano che aveva ereditato,  a Montecchio Maggiore, un complesso di terreni e fabbricati.   Villa Cordellina Lombardi rappresenta il capolavoro del Massari per l'eleganza e le proporzioni date alla villa pur in una semplicitą formale che riprende la tradizione palladiana.

Il complesso si compone della villa centrale posta tra la foresteria e la barchessa, che si presentano ornate e realizzate a distanza dal bugnato contrastante con la superficie liscia della casa padronale.

Le forme del corpo centrale sono chiaramente ispirate al Palladio, il prospetto principale presenta un alto e slanciato pronao jonico tetrastilo che delimita un'ampia loggia alla quale si accede tramite un'elegante scalinata.

Il timpano chiude la loggia a livello della gronda e l'altezza di due interi piani, grazie alla bella proporzione delle colonne, non disturba la composizione.

La facciata posteriore ricalca lo schema di quella principale, accentuando l'illusione del pronao con una sporgenza dal corpo centrale, e si differenzia per una superficie chiusa al posto della loggia e alte lesene che raggiungono il timpano.

Gli interni della villa, concepiti con la classica tripartizione, contengono nel Salone d'onore affreschi di Giambattista Tiepolo risalenti al 1743.

© 2000-2001 Novatec s.r.l. - tutti i diritti riservati