ville venete
breve itinerario tra le più vicine e  rappresentative

VILLA SARACENO

La villa fu progettata da A Palladio e realizzata, a Finale di Agugliaro, per Biagio Saraceno poco prima del 1568 sulle rive del canale Liona, non lontano da villa dal Verme e a pochi metri dalla precedente villa Saraceno delle trombe rimasta al fratello Giacomo.

La costruzione, recentemente restaurata con attenti criteri filologici, si articola secondo una concezione molto semplice che si rifà comunque alla tradizionale casa veneta, pur inserendo con garbo alcuni elementi formali dell'architettura classica.

La sua semplice facciata, ornata da un timpano che sorge dalla cornice di gronda, presenta una loggia di ingresso individuata da tre archi. Tutto il complesso, scalinata, archi e timpano risulta evidenziato e leggibile come unità formale ispirata al tempio classico grazie ad una sporgenza appena accennata.

In tempi successivi la villa venne dotata di annessi rustici. La villa richiama fortemente lo schema formale della Villa Pisani di Bagnolo e la villa Gazzotti Grimani a Bertesina di Vicenza. Ospita al suo interno dei fregi di difficile attribuzione mentre la loggia conserva dei decori attribuiti a Alessandro Maganza: nel soffitto si trovano una allegoria della Ricchezza, delle figure monocrome e dei medaglioni.

© 2000-2001 Novatec s.r.l. - tutti i diritti riservati