barzellette per tutti!

ottava parte

 

 

AGENZIA VIAGGI - TURISMO
Un giovane accompagnatore turistico. Preoccupato, si rivolge al titolare: "Per la gita di Domenica con i sordomuti, non so proprio come fare... non l'ho mai fatto, non vorrei che ci fossero problemi."
"Ma no!  Non ti preoccupare!  E' facile, guarda: se i sordomuti alzano due dita, vuol dire che devono andare in bagno;   se mettono la mano di taglio sullo stomaco, vuol dire che hanno fame.     Tutto qui.   E' semplice.   Ma se ci sono problemi, mi telefoni che li risolviamo subito!"
Arriva domenica e il gruppo parte.
Ad un certo punto, l'accompagnatore vede che tutti alzano due dita.  Fa fermare l'autista alla prima stazione di servizio e tutti scendono diretti verso la toilette.
Fin qui tutto bene.
Dopo un paio d'ore di viaggio, i sordomuti fanno segno con la mano sullo stomaco. Fermano al primo ristorante e tutti scendono per mangiare.
L'accompagnatore, oramai rilassato, fa ripartire la corriera.  
Ad un certo punto si accorge che sono tutti con la bocca aperta ed il naso in aria.
Preso dal panico, non sa più cosa fare, temendo una intossicazione collettiva o chissà che altro, agguanta il telefonino e chiama la sede:  "Aiuto!  Qui tutti i passeggeri sono riversi e boccheggiano cosa faccio, l'ospedale più vicino è a 200 chilometri!"
"Calma, calma.   Ne vedi per caso uno che gesticola con le mani?"
"Si, ce n'è uno che pure dibatte le braccia!"
"Allora è tutto a posto!    Stanno cantando!"

 

SEMPRE SUI CARABINIERI
Due carabinieri sono condannati alla pena di morte e devono decidere tra la sedia elettrica, la camera a gas e la ghigliottina.
Il primo dice: "Allora, la ghigliottina mi fa troppa impressione, tutto quel sangue in terra, nella camera a gas mi sento mancare il fiato... scelgo la sedia elettrica!"
Viene accompagnato nella sala della sedia elettrica e gli viene data la prima scarica, ma per un difetto della macchina riamane vivo, anche dopo la seconda e' sempre vivo. Terza scarica a massimo voltaggio: niente! Ottiene così la grazia, come previsto per chi resta indenne alle tre scariche.
Mentre viene riportato fuori, vede il suo amico e gli dice con un filo di voce: "...guarda che la sedia elettrica non funziona..." 
Arriva il turno del secondo: "Nella camera a gas mi sento mancare il fiato, la sedia elettrica non funziona.... vabbè, allora scelgo la ghigliottina!".


TRA I MATTI
In un manicomio viene assunto un nuovo psichiatra.
Il primo giorno di lavoro il nuovo psichiatra decide di passare un po' di tempo nella sala di ricreazione per entrare i confidenza con i pazienti, ma qui si trova di fronte ad una scena che non riesce a comprendere: tutti i pazienti sono radunati di fronte ad uno di loro che urla ad alta voce dei numeri: "37!"
E tutti si buttano a ridere a crepapelle.
"29!"     E giù a ridere come pazzi..
"42!"     Risate a squarciagola!
Preoccupato del comportamento fuori dagli schemi tradizionali, lo psichiatra va a consultarsi dal suo collega che gli spiega: "Per passare il tempo si raccontano delle barzellette.  Però, siccome sono sempre le stesse, hanno deciso di numerarle per non far fatica a raccontarle ogni volta".
Tranquillizzato: "Ah, ho capito, adesso voglio provare anch'io!"
Torna nella sala ricreazione, chiama tutti i pazienti e grida: "12!"   
Tutti rimangono in silenzio a guardarlo.
"54!"   Qualche sbuffo.
"23!"    Qualche protesta e molti fischi di disappunto.
Innervosito esclama: "Ma perché con me non ridete e con quell'altro si?".
"Tu non sai raccontare le barzellette!"

AL "CAFFE - BILIARDO"
Un tale entra e chiede: "Mi dia un caffè e un biliardo".
"Guardi che c'e' un equivoco!".
"Va bene, mi dia anche quello!"


MENSA CARABINIERI
Due carabinieri, che sempre mangiano insieme, oggi si trovano alle estremità opposte della sala.    Un collega si avvicina incuriosito ad uno dei due per chiedere il motivo dell'allontanamento.     Risposta:  "E' stato il dottore...."
"....Calogero ha male un dente.... così gli ha detto di mangiare dall'altra parte!"