barzellette per tutti!

undicesima parte

 

STORICA
Negli anni trenta, la vita era molto dura per il popolo italiano, povertà e miseria la facevano da padrone.    Epoca di ideologie totalitarie e di grandi entusiasmi, s'era sparsa la voce che il dittatore della Germania un giorno avesse ospitato in casa propria un povero tedesco trovato a mendicare per la strada, gli avrebbe detto: "Non è giusto che un tedesco sia ridotto in miseria!  Vieni con me e ti aiuterò a superare le tue difficoltà economiche!".   Hitler ricolmò di regali il malcapitato che da quel giorno non ebbe più problemi.
Un povero italiano, molto fiducioso del suo Duce, pensò di sfruttare la situazione a proprio favore, pensava: "Il Duce non permetterà che un italiano suo fedele sostenitore sia ridotto in miseria, di certo mi aiuterà!".
Un giorno, sapendo che il Duce si sarebbe recato nella sua città per una visita ufficiale, si preparò per tempo sul ciglio della strada, in un punto in cui le automobili rallentano e dove sicuramente si sarebbe fatto notare.    Non appena vide sopraggiungere del corteo presidenziale, per essere eloquente nel mostrare il suo stato di indigenza, pensò bene di buttarsi a terra e mangiare erba sul ciglio della strada .    Mussolini, appena si accorse del tale che mangiava l'erba, fece bloccare immediatamente l'auto, si alzò in piedi e, con voce imperiosa, lo apostrofò: "Tu!   Che stai facendo?!"
"Sono povero, non ho niente da mettere sotto i denti e così mangio l'erba che cresce sul ciglio della strada...."
Mussolini, tutto rigido, roteando gli occhi spalancati come fosse stato offeso nelle sue dignità:
"Come è mai possibile che tu, un figlio della nostra grande Patria, stai qui a mangiare questa erbaccia secca e dura!      Idiota!       Non vedi che dall'altra parte della strada è bella fresca e verde?!"

 

I CARABINIERI E GLI ANIMALI
Al termine del turno di notte, prime luci dell'alba, due carabinieri percorrono in auto la piazza del paese.   Tutto è tranquillo e procedono a velocità sostenuta.
Ad un tratto il capopattuglia grida: "Guarda, guarda!! Degli asini volano intorno al campanile!"  
Il guidatore, colto di sorpresa, ha un attimo di sbandamento e perde il controllo del mezzo che va a fracassarsi contro un muro.      Il maresciallo, sentendosi preso in giro, furioso per la storia degli asini volanti, va dritto dal colonnello!
"......insomma, come è possibile che mi vengano a raccontare che gli asini volano attorno al campanile!"
E il colonnello, tranquillo: "Beh!  E' evidente che lassù dev'esserci un nido!"

 

AMICI DEGLI ANIMALI
Un tale ha un pastore tedesco al quale è molto affezionato.
Il suo vicino ha un coniglietto che tiene in una gabbietta.
Una sera, tornando a casa, il padrone del cane vede il suo animale ha tra i denti il coniglietto bianco.   Si butta al salvataggio del coniglietto, lo recupera, ma è malridotto, non si muove, è tutto sporco di terra ma fortunatamente non sanguina.   Lo ripulisce, scavalca e lo va a rimettere nella gabbia.
Il giorno dopo, vede davanti alla casa del vicino un'ambulanza e va ad informarsi.
"Signora cosa e' successo ?". "Ehhh... Mio marito ha avuto un attacco cardiaco".
"Come mai ?"
"Era tanto affezionato a quel coniglietto...".     
Si sente addosso una responsabilità terribile ma non riesce a proferir parola.
La moglie prosegue.
".....è stata dura quando è morto due giorni fa e lo aveva sotterrato.   Ma non ha retto quando stamattina lo ha ritrovato nella sua gabbietta!!!