barzellette per tutti!

dodicesima parte

 

AVARI SCOZZESI
Uno scozzese morente, disteso sul letto, si rivolge alla moglie: " Cara, prima di morire vorrei che esaudissi un mio ultimo desiderio ".
Moglie:  " Dimmi pure, caro !"
" Vorrei una tazzina di caffè con due cucchiaini di zucchero".
" Certo caro, te lo faccio subito .... Ma perché la desideri
tanto ?"
" Perché durante tutta la mia vita ho sempre bevuto il caffè, a casa, con mezzo cucchiaino di zucchero e, al bar, con quattro. Mentre a me piace tanto con due cucchiaini !".

 

POSTE E BABBO NATALE
Alcuni giorni prima di Natale. Nell'Ufficio Postale di un paesino gli impiegati trovano nella cassetta una lettera con su la scritta "Per Babbo Natale". Non sapendo dove mandarla la aprono e leggono: "Caro Babbo Natale, sono un bambino di sette anni, mi chiamo Marco e vorrei chiederti un regalo. La mia famiglia e' poverissima, perciò non ti chiedo giocattoli, ma che mandi al mio indirizzo un milione di lire, così anche noi possiamo festeggiare il Natale con gioia". Gli impiegati della posta, commossi e impietositi, fanno una colletta e, raggiunta la cifra di 500.000 lire, spediscono le banconote all'indirizzo del povero bambino. L'anno successivo, nello stesso
periodo, nello stesso Ufficio Postale, gli impiegati trovano un'altra busta "Per Babbo Natale". La aprono e leggono: "Caro Babbo Natale, sono Marco, il bambino povero che ti ha scritto l'anno scorso. Vorrei chiederti lo stesso regalo dell'anno scorso, un milione di lire. Ti ringrazio per aver esaudito il mio desiderio lo scorso anno, ma quest'anno mandami un assegno non trasferibile, Perché l'altra volta quei ladri delle poste m'hanno fregato mezzo milione!".

 

A PROPOSITO DI FURBI
Al casello autostradale si presenta una famigliuola (padre, madre e figlio) e il casellante si rivolge loro con tono allegro: "Siete fortunati! Questa e' la milionesima auto che passa da questo casello.  Avete vinto un assegno da 5.000.000". Un vigile lì vicino si congratula con il guidatore e gli chiede: "Bene, cosa pensa di fare con la vincita?". "Beh, prima di tutto finalmente prenderò la patente...". "Ah, mi dispiace, allora per la guida senza patente le devo fare la multa". E la moglie seduta accanto: "Ma no, non gli dia retta! E' ubriaco!". "Bene, allora devo farle un'altra multa per guida in stato di ebbrezza...". E il figlio seduto dietro: "Tel'avevo detto, papà, che con questa macchina rubata non andavamo lontano!".

SUL PAPA AUTOMOBILISTA
Nell'ultima visita a New York, il Papa chiede di poter guidare la sua limousine. La richiesta appare strana, ma il suo desiderio ovviamente viene esaudito. Così l'autista si siede dietro e il papa parte e imbocca l'autostrada. Pigia sull'acceleratore e supera abbondantemente i limiti di velocità.   Ad un certo punto viene fermato dalla polizia. L'agente si rende conto della situazione e imbarazzato chiama via radio il suo capitano per avere istruzioni. "Capitano, ho fermato una persona molto importante per eccesso di velocità e non so cosa fare". "E chi sarebbe, il Presidente?". "No! Questo e' molto più importante!". "Ma chi e', il segretario generale dell'ONU?". "No! Molto più importante!". "Ma insomma chi e'?   Il Padreeterno??? ". "Guardi, capitano.... dentro non si vede niente... ma il Papa gli fa da autista!!!".

Chissà quante foglie di fico avrà provato Eva prima di dire: "Prendo questa!".