cenni storici sulla
chiesa di S.Maria e S.Vitale
di Montecchio Maggiore

 

 

Un primo documento del 1278 parla della Pieve di Santa Maria. Il titolo di San Vitale le č legato in un documento del 7 aprile del 1421. Sorgeva in piano, lungo la strada provinciale per Valdagno. Forse un tempo attorno vi abitava la gente, ma quando si decise la costruzione dell'attuale duomo si presentava isolata, forse avanzo di una borgata, circondata da un muricciolo che racchiudeva un terreno che, a guisa di prato, si distendeva ai fianchi della chiesa, ed ivi riposavano le ossa degli antichi abitanti di Montecchio.

Il corpo di San Vitale, su autorizzazione del vescovo, fu esaminato il giorno 8 ottobre del 1875; i vari frammenti catalogati dal dottor Antonio Corā; mancava solo il cranio che forse č a Ravenna, dove il padre dei santi Gervasio e Protasio, Vitale, fu martirizzato; fra le reliquie monete e oggetti datati dal 1300 al 1772.

La chiesa fu sconsacrata il 14 giugno del 1892 e ridotta ad uso pio per raccogliere gli ammalati di mente.

Il duomo fu voluto dall'arciprete mons. Antonio Simionati e consacrato il 21 agosto 1892.

 

 

 

Con qualche stacco ecco la serie degli arcipreti (fino al 1909... lascio ad altri il compito di arrivare ad oggi... la mia guida č il chierico Agostino Agosti che si ferma alla data di stampa del suo libro):

 

1278: don Marino

1292: don Uberto

1304: don Marcabruno

1332: don Gerardino

1389: don Giovanni Francesco

1406: don Andrea Nic° da Padova

1410: don Giovanni Pietro

1419: don Zampietro

1444: don Giovanni de Alessio

1460: don Giovanni de Albania

1482: don Giovanni di Antonio de Alberto

1521: don Paolo de Porto

fin qui sono nomi emersi da documenti notarili

1590-1596: don Guido Angelo Simoncelli

1604-1630: don Gregorio Gagliardi

1630-1631: don Mattio Roncā

1632-1648: don Bartolomeo Panciera

1649-1653: don Girolamo Darderio

1653-1655: don Bartolomeo Facchin

1656-1659: don Marsilio Zanchetta

1659-1693: don Cristoforo Lorenzi

1693-1702: don Nicolō Danzo

1702-1708: don Pietro Schiavetti

1708-1734: don Andrea Freschi

1735-1771: don Tommaso Gonzato

1772-1791: don Gaetano Polati

1792-1803: don Domenico Res

si sa dei vicari fino al 1811 (don Angelo Castelli, don Giovanni Fattori, don Michele Saccardo, don Francesco Pagliarusco)

1811-1819: don Paolo Dalla Paola

1819-1835: don Antonio Cristofari

1835-1840: don Orazio Faggian

1840-1846: don Antonio Pagani (vicario economo)

1846-1904: mons. Antonio Simionati

1904...........: don Antonio Bonin